Elenco sostanze

Pianta officinale

La pianta officinale si distingue da qualunque altro organismo vegetale in quanto, nel momento in cui viene introdotta nel corpo umano o animale, oppure viene messa semplicemente a contatto con parti di esso, agisce farmacologicamente sull’organismo, anche in modo lieve.
Appartengono a questa categoria le piante medicinali, aromatiche e da profumo.

Alla fine del 1800 nelle Piante Medicinali si è riusciti ad identificare molte molecole responsabili degli effetti terapeutici delle droghe detti Principi attivi.

I principi attivi positivi rintracciabili nelle piante officinali sono numerosi e diversi tra loro.
Ci sono gli Alcaloidi, gli Eterosidi, gli Oli Essenziali, le Mucillagini, le sostanze tanniche, le sostanze resinose e le sostanze amare. Ognuna di queste classi di costituenti può essere presente in più erbe e arbusti e una stessa specie può contenere al suo interno vari principi attivi combinati tra loro.
Proprio per questo ogni singola pianta officinale può agire farmacologicamente su più fronti ed essere adatta a trattare malesseri diversi.
 

Piante e Sostanze contenute negli prodoti Tredi Faramaceutici sono autorizzate dal MINISTERO DELLA SALUTE con DECRETO del 9 luglio 2012 che Disciplina l’impiego negli integratori alimentari di sostanze e preparati vegetali, (G.U. 21-7-2012 serie generale n. 169), con effetti fisiologici che sono volti ad ottimizzare le funzioni dell’organismo nell’ambito dell’omeostasi, secondo il modello definito al riguardo dal Consiglio d’Europa [Homeostasis, a model to distinguish between foods (including food supplements) and medicinal products – 07.02.2008].

In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati.
Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra. Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.