Elenco sostanze

Boswellia serrata Roxb.
 

Descrizione:
La boswellia, il cui nome gli è stato attribuito dal botanico inglese Roxburg nella seconda metà del XVIII secolo, gode di grande rinomanza fin dall’antichità perché fornitrice di resine aromatiche note con il nome di incenso.
La boswellia è un albero originario dell’india ed è molto popolare nella medicina ayurvedica, la medicina tradizionale indiana, come rimedio per il diabete, febbre, malattie cardiovascolari, neurologiche e dermatologiche.

Contiene:
acidi boswellici, acidi tetraciclici e polisaccaridi
Acidi boswellici (costituiti principalmente da acido b-boswellico e suoi derivati come l’acido 3-acetil-b-boswellico, acido 3-acetil-11-cheto-b-boswellico, acido 11-cheto-b-boswellico; piccole quantità di acido a-boswellico e del suo derivato acido 3-acetil-b-boswellico nonché di ac.g-boswellico). L’attività di queste sostanze è stata ampiamente dimostrata su animali e sull’uomo e si esplica soprattutto attraverso l’inibizione dell’enzima 5-lipossigenasi e nel blocco dei leucotrieni LTB4, mediatore chimico coinvolto in molte patologie infiammatorie acute, e LTC4 – LTD4 – LTE4 presenti nelle patologie croniche. Sono presenti inoltre acidi triterpenici tetraciclici, acidi tirucallenici, zuccheri (D-galattosio, D-arabinosio, D-mannosio e D-xilosio), essenze: a-pinene, a-fellandrene, alcoli sesquiterpenici, aldeide anisica e fenoli, fitosteroli da betasitosterolo.

Azione farmacodinamica:
I suoi principi attivi infatti, ostacolano l'azione di un enzima (5-lipossigenasi) responsabile della produzione di sostanze che facilitano i processi infiammatori. Inoltre, sono in grado di inibire le elastasi, enzimi fortemente distruttivi, che attaccano e deteriorano la parte elastica dei tessuti nei quali è in corso un processo infiammatorio; e di impedire l'infiltrazione dei leucociti polimorfonucleati, che contribuiscono alla distruzione del tessuto connettivo.

Antireumatica (in particolare verso l’artrite reumatoide, e gottosa), antinfiammatoria (poliartrite, osteoartrite del ginocchio), antiasmatica, antiallergica.
 

Per questa azione antinfiammatoria, la boswellia è impiegata con successo nel trattamento dell'artrite, dell'osteoartrite e dell'artrite reumatoidesenza presentare gli effetti collaterali sulla mucosa grastrica dei farmaci dall'azione simile, impiegati tradizionalmente nella cura di questi disturbi.

Il suo utilizzo è consigliato nel trattamento di infiammazioni localidisturbi degenerativi delle articolazioni, ridotte capacità motorie mattutine, dolori muscolarireumatismi, artrosi, infiammazione dei tessuti molli come tendinitimiositifibromialgia.

Per uso esterno si può trovare come ingrediente di pomate e unguenti da spalmare sulle articolazioni doloranti.

 

In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati.
Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra. Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.