Elenco sostanze

 

Rosmarinus officinalis L.
 

Descrizione:
Il nome rosmarino è probabilmente di origine greca ed è formato dai termini rops che significa arbusto e myrinos che vuol dire odoroso ma molto prima dei Greci, gli Egiziani conoscevano il rosmarino e avevano fiducia nelle sue virtù. Il rimedio più celebre della storia di questa pianta è la famosa “acqua della Regina d’Ungheria” che veniva segretamente preparata dai padri cappuccini e che fu uno dei rimedi più in voga alla corte di Luigi XIV. Il rosmarino è un arbusto cespuglioso sempreverde dal fusto legnoso, ha foglie opposte, lineari e coriacee, che emanano un intenso odore canforato. La pianta vive in dimore soleggiate nei posti pietroso sabbiosi e secchi lungo il mare del bacino mediterraneo.

Contiene: olio essenziale (cineolo, pinene, canfene, canfora, borneolo, limonene), terpeni (picrosalvina, rosmanolo), acido rosmarinico, tannini, depside fenolico, flavonoidi, amminoalcool (colina), vitamina del gruppo B, (ac. folico, ac pantotenico, Vit B6, riboflavina), vitamina A, vitamina C, potassio, calcio, ferro, manganese, rame, magnesio.

Azione farmacodinamica:
antiossidante, antiinfiammatorie, antiallergiche, anti fungine, potente azione antibatterica e antisettiche, balsamica, antiastenica, antipercolesterolemica, tropismo epatobiliare (insufficienza epatobiliare, litiasi biliare, colecistite, congestione epatica, ittero, epatomegalia, epatite cronica), antispastica sulla muscolatura liscia, antidispeptica.

In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati.
Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra. Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.