Elenco sostanze

VITEXINA

flavone glicoside dell'apigenina ossia del principio attivo che agisce come spasmolitico, sedativo e ansiolitico naturale. Questi flavoni hanno diversi effetti dovuti alle interazioni con alcuni importanti enzimi:

-la 5'-nucleotidasi, che idrolizzando l'AMP genera adenosina, modulatore endogeno pleiotropico.

-l'aromatasi, enzima umano responsabile della sintesi degli estrogeni (ormoni femminili);

-possiede inoltre effetto negativo sulla fosfolipasi A2, enzima che scinde i lipidi di membrana per generare precursori di mediatori dell'infiammazione come le prostaglandine;

-è anche provata l'azione inibitoria dell'apigenina su certe proteina chinasi della famiglia delle tirosina chinasi, come il recettore del PDGF, coinvolte nella proliferazione cellulare e nella genesi di certi tumori;

-assieme al caempferolo (una altro flavonoide), è un naturale inbitore dell'enzima di conversione dell'angiotensina (Angiotensin Converting Enzime o ACE), bersaglio dei cosiddetti farmaci ACE-inibitori usati nella terapia corrente dell'ipertensione arteriosa;

-al pari del flavonoide crisina è capace di interferire con l'attivitaà enzimatica dell'isoforma 1 dell'adenilatociclasi.

Quali di questi enzimi una volta modulati sia responsabile della sua nota attività spasmolitica intestinale non è noto. E' sicuro tuttavia che la sua azione sull'aromatasi, sulle tirosina chinasi e sulla fosfolipasi A2, si correla bene con le sue proprietà di interferenza sulle cellule tumorali in coltura, come riportato dalla letteratura scientifica.

In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati.
Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra. Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.