Elenco sostanze

L-PROLINA
La prolina è un amminoacido apolare. La sua molecola è chirale.
L'enantiomero L è classificato tra i 20 amminoacidi ordinari in quanto la prolina entra nella composizione di molte catene polipeptidiche.
Tra essi, è l'unica ad avere il gruppo amminico secondario, dato che il suo gruppo laterale si chiude sull'atomo di azoto formando una struttura ciclica.
Per questo motivo, chimicamente, la prolina è in realtà un imminoacido, non un amminoacido.
Negli esseri umani è un amminoacido non essenziale, cioè, l'organismo umano è in grado di sintetizzarlo.
Nelle proteine, data la sua struttura unica, impedisce alla catena polipeptidica di formare delle eliche α e funge da punto di svolta nei foglietti β.
Più proline in sequenza si conformano a loro volta in una tipica struttura ad elica.
Formando un legame peptidico con un altro amminoacido, la prolina forma un'ammide terziaria, non ha quindi atomi di idrogeno per formare legami a idrogeno con le restanti parti del polipeptide.
Essendo l'unico amminoacido il cui gruppo amminico è secondario, non sviluppa per reazione con la ninidrina il colore viola tipico degli altri amminoacidi, ma presenta una colorazione gialla.
 
La prolina è associata con la produzione del collagene che promuove la pelle, i giunti, i tendini ed il muscolo cardiaco. Il metabolismo della prolina è collegato agli enzimi che richiedono la niacina e la vitamina C.

Amminoacido esclusivamente integrato nel collagene (costituente primario del collagene). La richiesta potrebbe essere superiore agli apporti ed alle possibilità di produzione endogena in caso di fabbisogni accresciuti per cicatrizzazioni estese, riparazioni di fratture ed osteoporosi.
Utile per la salute delle cartilagini, delle ossa e dei tessuti connettivi. E’ l'aminoacido più importante per le articolazioni e i tendini.
Aumenta la produzione del collagene, proteina fibrosa primaria presente in ossa, cartilagini e tessuto connettivo.
La metabolizzazione della Prolina è mediata da enzimi che richiedono la presenza di Niacina e Vitamina C.


La prolina è un componente importante nella formazione del muscolo del cuore e del tessuto connettivo.
È mobilitata prontamente l'energia muscolare. La prolina è un costituente importante del collagene.
Inoltre aiuta alla riformazione di tessuto muscolare. Partecipa all'adeguato funzionamento del muscolo cardiaco. Apporta immediata disponibilità di energia per il fegato e per i muscoli. Gli alimenti ricchi di questo aminoacido sono: biscotti per l’infanzia, frumento, fette biscottate, pane, pasta, semola, lenticchie, asparagi, funghi, spinaci, arachidi, nocciole, coniglio, e formaggi.
 
In questo sito utilizziamo cookies propri e di terze parti per migliorare la navigazione e poter offrire contenuti e messaggi pubblicitari personalizzati.
Continuando la navigazione accetti l'utilizzo dei cookies da parte nostra. Nelle impostazioni del tuo browser puoi modificare le opzioni di utilizzo dei cookie.